PROFUMI DAL MONDO

 Farmacia de Gressi ha una tradizione nella proposta ai clienti di fragranze e profumazioni.

Vogliamo farvi conoscere unalinea di profumi francesi che ha delle caratteristiche fuori dal comune,  perche’ possiede tutte le qualità che deve avere una fragranza proposta dal farmaciasta.

Queste qualità sono sia di tipo estetico e olfattivo, ma anche dei criteri di lavorazione e della compatibilità dermica.

Questi sono i profumi Berdoues.

Cosa hanno di eccezionale questi profumi per essere i nostri preferiti?

Decalogo del Profumo

1. Stimola i recettori olfattivi appropriati, agisce sul sistema limbico e dà sensazione di benessere.

La prima cosa che noi cerchiamo in una fragranza è naturalmente le sensazioni che ci provoca.La scienza medica non si è occupata molto dell’olfatto come senso e come impatto sulla salute fino ad epoche recenti. E’ cominciato tutto in Francia nell’ ‘800. Si sa, i francesi sono grandi farmacisti, chimici e anche profumieri. 

Nell’ 800 lo spauracchio più diffuso era la tubercolosi. Alcuni medici notarono che chi lavorava essenze non si ammalava di tubercolosi, e cominciarono a studiare gli effetti delle inalazioni e molecole olfattive sul corpo. Nasce così l’ osmologia. 

Da allora importanti medici e scienziati si sono dedicati a questa scienza, fino ad arrivare ai giorni nostri. Una pietra miliare in questo senso è stato il premio Nobel alle ricerche di Axel e Buck nel 2004 (vedi allegato). In questi ultimi due secoli di scoperte, su una cosa sono tutti d’accordo: gli odori influenzano la mente, le sensazioni. Inoltre, gli effetti sulla salute degli stati d’animo sono una cosa riconosciuta da tutti. 

L’aria della psicosomatica, per lo più ancora inesplorata, e una delle ultime frontiere della medicina moderna. Alcune science moderne come l’aromaterapia e i Fiori di Bach si prefiggono come scopo di curare malanni usando il potere condizionante della mente sul corpo.

 

2. E’ un’esperienza esplorativa: ci fa conoscere essenze e piante lontane, come in viaggio.

Stabilito anche da Axel e Buck lo stretto legame fra odori e ricordi, il passo fra collegare odori e esperienze è breve. Di sovente, riconosciamo per le strade, nei ristoranti, o semplicemente durante breve viaggio odori di cui abbiamo avuto memoria.

Una pianta domestica può ricordarci un viaggio in un paese lontano, una spezia in un ristorante l’esperienza gastronomiche in oriente.

Collegare poi questo alla sensazione di esplorazione e di distacco dallo stress che l’esperienza del viaggio ci aveva procurato è istintivo.

Qualora non abbiamo visitato un posto, è parte essenziale dell’immaginazione e dell’esperienza conoscerne l’odore. Per chi non ha mai sentito l’odore della natura della foresta pluviale o tropicale, annusare l’essenza delle fave tonka miste al gelsomino indonesiano può sicuramente darne un’idea.

Ogni clima ed ecosistema ha i suoi odori specifici. Tanti quante le piante e i paesi, e per esplorare servono tutti e 5 i sensi.

3. Stimola i sensi e le associazioni mentali: ci rende più ricettivi agli stimoli. Fa affiorare ricordi o ne crea di nuovi.

Gli stimoli esterni sono un aspetto essenziale nel corretto sviluppo psico-cognitivo dell’uomo e di tutti gli animali. E’ dimostrato che una mancanza di stimoli esterni, intellettuali e sensoriali può condurre a depressione e malattia, fisica e mentale.

Le citta’ moderne e i centri abitati, hanno enfatizzato l’iper-stimolazione uditiva e visuale, ma sacrificato altri sensi: omologazione del gusto, del tatto e dell’olfatto. La mancanza di verde e di varietà di piante ha il ruolo maggiore in questo appiattimento dei sensi olfattivi.

Inoltre l’uomo moderno ed evoluto, per sopravvivere, è tenuto ad affinare sensi come la vista e l’udito (lettura, speculazione, riconoscimento del prossimo, interazione e dialogo) e meno i sensi primordiali, come udito, olfatto, tatto.

Tuttavia il senso del proprio corpo e il collegamento di tutti i sensi al pensiero fa parte della nostra natura ancestrale, e il loro sacrificio rischia di atrofizzare aree importanti del cervello , nonché il senso di piacere che spesso si ricava dal ricevere molti stimoli sensoriali.

Per cui, secondo il principio di mens sana in corpore sano, avere stimoli diversificati e su più fronte aiuta a mantenersi lucidi e contenti, quindi più sani.

4. Ha un CRUE unico: ogni fragranza e’ frutto di sapienza e cultura olfattiva, ci arricchisce sensorialmente.

 

Cosa arricchisce la nostra esperienza sensoriale e olfattiva? Un odore ripetuto quotidianamente negli anni, o un nuovo odore, qualcosa di mai sentito perchè composto da sostanze lontane, esotiche, non parte del nostro ambiente ed ecosistema?

La prima naturalmente. Il cervello reagisce più attivamente al qualcosa di nuovo, e fa un maggiore sforzo per elaborarlo. La sensazione di appagamento che proviamo nello scoprire un nuovo sapore, paesaggio, odore è ineguagliabile.

Siamo nell’era dell’esperienza. Cos’è l’economia dell’esperienza? Il mondo occidentale non ha mai investito tante risorse nell’intrattenimento, viaggio, piacere, benessere. Non esistono limiti a farci sentire meglio.

Perche’ il CRUE Berdoues e’ importante? Perchè l’ unicità e’ quello che cerchiamo.

5. E’ artigianale. Le essenze sono naturali e di alta qualità.

Esplorato l’aspetto cognitivo delle essenze, per un farmacista è importante la composizione chimica e qualità della fragranza. Per cui per fare un prodotto “sano” e “benefico” serve innanzitutto la qualità delle materie prime, qualità per cui serve l’esperienza dei grandi profumieri.

La verità è che tanto più pregiato è il sandalo, vetiver, gelsomino, limone, tanto più emanerà forti e piacevole molecole olfattive. Le essenza naturali migliori si trovano sul posto, nell’habitat naturale in cui è nata la piante. Per cui i limoni dall’essenza migliori si trovano nel baciano mediterraneo, il gelsomino in india, e così via.

La selezione dei “nasi” è fondamentale, perché’ un errore nella selezione della materia prima, comporta una prodotto finale compromesso, nell’invecchiamento e nel blending degli aromi.

6. Si basa su piante benefiche, sia se inalate sia se assorbite dalla pelle.

Tutti le fragranze sono da sempre composte da elementi che portano beneficio a tutto il corpo. Dal momento che la crezione di una fragranza avviene per estrazione, le molecole della pianta che si sprigionano per via aerea, sono le stesse assorbite dal corpo, dalla pelle, respirate nei polmoni.

Per cui le essenze sono piante, frutta, fiori, cortecce, muschi, perfettamente compatibili col nostro corpo e spesso in grado di dare benefici anche se somministrate per altre vie.

7. Rispetta l’ecosistema e non sovra-sfrutta le materie prime del territorio.

Oggi si parla molto del pianeta e dell’ambiente. Molte multinazionali, per produrre grandi quantità di prodotto, finiscono per approvvigionarsi molta materia prima a basso costo, depauperando ecosistemi e provocando quali l’estinzione di certe specie di piante e animali.

La grande cura della qualità e selettività del prodotto, fa si che che ne venga prodotto un numero limitato.

E che la sapienza dei nasi e dei formulatori del CRUE, facciano si che sia il processo di estrazione e miscela delle essenze a rendere la fragranza eccezionale, più che l’uso smodato di essenze a basso costo

8. Segue lavorazioni antiche e tradizionali, senza materiali chimici scadenti.

Stesso punto di prima. Niente di sintetico è aggiunto alla formula del profumo, solo giusta concentrazione di essenza e invecchiamento sapiente.

9. E’ testato per essere ipoallergenico

La naturalita’ del prodotto e l’alta qualita’ del processo di produzione ne fanno fragranze a bassisimo impatto allergenico.

10. Cruelty-free:

la sua realizzazione e produzione non implica sofferenze e sfruttamento di animali.

Esclusivita’ e selettivita’ delle materie prima, lunghi tempi di formulazione e lavorazione. I profumi Boreues non testanos u animali (da verificare)

Translate »